giovedì 3 maggio 2007

Antonio Gramsci 22 gennaio 1891 (Ales - Sardegna) - 27 aprile 1937 (Roma)

Mi sono presa la libertà di pubblicare la mail che ha fatto girare Nicola.

Una caduta in gioventù porta Gramsci a una malattia che gli lascerà una sgradevole malformazione fisica: la schiena, infatti, andrà lentamente incurvandosi mentre le cure mediche tenteranno invano di arrestare la sua deformazione. Gramsci frequenta la facoltà di lettere a Torino ed è in questo periodo di forti agitazioni sociali che matura la sua ideologia socialista. Avendo poi aderito al Psi, si convince che bisogna dar vita a un partito nuovo, secondo le direttive di scissione già indicate dall'Internazionale comunista. Nel gennaio del 1921 si apre a Livorno il 17° congresso nazionale del Psi; le divergenze tra i vari gruppi: massimalisti, riformisti ecc., inducono l'intellettuale italiano e la minoranza dei comunisti a staccarsi definitivamente dai socialisti. Nello stesso mese di quell'anno, nella storica riunione di San Marco, nasce il Partito comunista d'Italia: Gramsci sarà un membro del Comitato centrale.
Nel 1926 viene arrestato dalla polizia fascista nonostante l'immunità parlamentare. Il re e Mussolini, intanto, sciolgono la Camera dei deputati, mettendo fuori legge i comunisti. Gramsci e tutti i deputati comunisti sono processati e confinati: Gramsci inizialmente nell'isola di Ustica poi, successivamente, nel carcere di Civitavecchia e Turi. Non essendo adeguatamente curato è abbandonato al lento spegnimento fra sofferenze fisiche e morali. Muore dopo undici anni di prigionia.
Negli anni della reclusione scrive 32 quaderni di studi filosofici e politici, definiti una delle opere più alte e acute del secolo; pubblicati da Einaudi nel dopoguerra, sono noti universalmente come i "Quaderni dal carcere", e godono tuttora di innumerevoli traduzioni e di altissima considerazione presso gli intellettuali di tutti i Paesi.

2 commenti:

Garguz ha detto...

In realtà è la biografia di Gramsci che ci ha spedito Claudio. Da quanto ci ha detto la scorsa riunione, è stata scritta da un suo amico che scrive biografie di personaggi famosi.

Claudio, o Enly, facci sapere!

Anonimo ha detto...

Quando trovo delle biografie interessanti di personaggi di sinistra non solo politici vi farò sapere via e-mail.
Intanto vi ho mandato una e-mail sul creatore di Peter Pan che a me è risultata interessante.

Continuate a scrivermi mi raccomando..

Ciao!